lunedì 29 settembre 2014

Marco Giusti al Festival del cinema di Venezia 2014


Quando mi aggiro camera-munito per il Festival, Mr Stracult mi concede, tra una visione di un film ed il successivo, quei 5-6 minuti. Ed è un piacere! Terminata l'invenzione "sui generi(s)" del trio Muller/Giusti/Tarantino, non rimane che raccogliere i cocci di questa entusiasmante esperienza: il Gomorra di Sollima è figlio di questa bravata dei 3 Godfellas, anche se- sottolineo io- i temi di mafia e camorra sono stati ben indagati dai Maestri degli anni70:

Lenzi, Squitieri, Di Leo, ecc. Certo, meglio che niente, però...E poi come non citare quell'autentico gioiello di "House of Cards" con Kevin Spacey nella doppia veste di attore e produttore? Che sia tornata l'epoca pre Paramount Decrees, dove l'integrazione verticale del sistema produttivo, consentiva agli sceneggiatori di avere un ruolo di vitale importanza?

Nessun commento: